Privacy a rischio su Facebook?

25 Ottobre 2012 09:11:10. Scritto da . 1 commenti
Condividi questo articolo con i tuoi amici. Clicca "Mi piace"

Da diversi giorni tra le bacheche di Facebook avrete visto un messaggio che sta mettendo in allerta gli utenti, secondo il quale enti che appartengono allo Stato hanno libero accesso ai nostri dati privati su Facebook.
Il messaggio che sta circolando e si diffonde sempre più velocemente è il seguente:
Dichiaro quanto segue: Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi GENERE , struttura governativa o privata, NON HANNO IL mio permesso (tranne su richiesta esplicita e con consenso mio personale) di utilizzare informazioni sul mio profilo, o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qualsiasi ARGOMENTO pubblicata nel mio profilo o diario. Sono informato che a tali strutture è strettamente proibito divulgare, copiare, distribuire, diffondere o raccogliere informazioni o intraprendere qualsiasi altra azione riguardante o contro di me tramite questo profilo e il contenuto dello stesso. Divieti precedenti si applicano anche ai dipendenti, stagisti, agenti o qualsiasi personale sotto la direzione o il controllo di dette entità. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni in esso contenute sono riservate al circolo di persone alle quali esso è destinato. La violazione della mia privacy è punita dalla legge.
CC – 1 – 308 -1-103. Facebook è ora un’entità quotata in borsa PERTANTO RESA PUBBLICA AZIENDA QUINDI SOTTOPOSTA AD OBBLIGO DELLA LEGGE SULLA PRIVACY.
Siete tutti vivamente consigliati di pubblicare un bando tipo questo, o se preferite, copiare e incollare direttamente questa versione. Non pubblicare tale dichiarazione almeno una volta, permette indirettamente l’uso di oggetti quali immagini e informazioni contenuti nei vostri aggiornamenti di stato pubblici.


Scoprire chi ha diffuso questa notizia, e di conseguenza questo messaggio, non è una cosa semplice, ma una cosa è sicura, questo messaggio è falso. La notizia non è reale, quindi se leggete un messaggio come questo sul profilo di un vostro amico non vi preoccupate, i vostri dati saranno al sicuro, anzi piuttosto che far girare questo messaggio diffondete la notizia che è un falso, e che secondo le impostazioni sulla privacy di Facebook quanto citato nel messaggio in circolazione non è possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Clicca su "Mi piace"
Commenti sull'articolo
  • faceworldmondo il 07 Novembre 2012 13:04:24 scrive:

    Un'altra circostanza che porta dubbi sul tema della privacy nei social network; di questo ne parlo anche in questo articolo del mio sito Il lato oscuro dei social network

Inserisci un nuovo commento

Articoli correlati

Blog Chat e Community

© 2012 Grafica e layout sono di esclusiva proprietà di Emade realizzati in xHTML 1.0 Strict.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons.