Come bloccare le richieste per giocare a Farmville?

02 Novembre 2010 14:38:42. Scritto da . 0 commenti
Condividi questo articolo con i tuoi amici. Clicca "Mi piace"

 

Se sei un utente di Facebook, probabilmente avrai ricevuto dai tuoi amici la richiesta per giocare a Farmville.

Ho ragione? Certo che ho ragione. Non si può essere su Facebook e non ricevere almeno un invito per Farmville. La gente è ossessionata.

Farmville è il browser game on-line più coinvolgente e più popolare su Facebook ideato dalla software-house Zynga e che ha oltre 82 milioni di utenti attivi ogni mese. 

Il gioco simula la vita di un agricoltore. Il giocatore riceverà monete e un piccolo pezzo di terra in cui farà crescere piante e alberi virtuali e per di più alleverà animali. Arando e coltivando la terra si guadagneranno molte monete e punti esperienza. Sarà possibile utilizzare le monete per comprare nuovi semi e oggetti dal mercato. Arando i terreni dei giocatori/amici si potrà ricevere un ulteriore compenso. Sarà inoltre possibile guadagnare del denaro e punti esperienza con le coccarde di vario colore: gialle, bianche, rosse e blu che saranno ottenute con il completamento di determinate mansioni. Ottenendo un certo numero di punti il giocatore salirà di livello. I livelli ufficiali sono attualmente 999.


Ti chiedi com’è possibile bloccare l’invito ad un gioco?

 

Bisogna andare direttamente alla pagina del gioco Farmville e sotto la foto del profilo fare clic su "Blocca l’applicazione".

Questo suggerimento vale per qualsiasi gioco fastidioso che si può ricevere.

Se si ricevono notizie Farmville sulla propria home page, è possibile eliminare anche questi. Basta scorrere il mouse sul lato destro dell’aggiornamento di stato fino a quando spunta una'"X". Bisogna cliccare su questa e verrà darà la possibilità di nascondere l'applicazione.

 

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Clicca su "Mi piace"
Inserisci un nuovo commento

Blog Chat e Community

© 2012 Grafica e layout sono di esclusiva proprietÓ di Emade realizzati in xHTML 1.0 Strict.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons.